The Boys in the Band

The Boys in the Band

Nell’aprile del 1968 a New York, in un teatro ‘off Broadway’, andò in scena una commedia del drammaturgo americano Mart Crowley.
La storia racconta le vicende di una festa di compleanno che sei omosessuali allestiscono per il loro amico Harold. Al party è presente anche un midnight cowboy, una marchetta, che Emory, uno dei sei, vuole offrire al festeggiato come regalo di compleanno.
A increspare la gaia atmosfera e a dare un twist decisamente acido alla trama della commedia, bussa alla porta di Michael, il padrone di casa, Alan, un suo ex compagno di college, in crisi con la moglie.

THE BOYS IN THE BAND è una commedia seminale nella storia del teatro a tematica omosessuale. La pièce ebbe un enorme successo e più di mille repliche.
Tra gli altri, Marlene Dietrich, Groucho Marx e lo stesso John Lindsay, sindaco di New York, non persero l’occasione di assistervi.
Nel 1970 dalla commedia venne ricavata una versione cinematografica con soggetto e sceneggiatura curata dallo stesso Crowley e diretta da William Friedkin. In Italia fu distribuita col titolo “Festa per il compleanno del caro amico Harold”.

THE BOYS è un eccezionale documento storico della condizione degli omosessuali americani (varrebbe la pena di precisare ‘newyorkesi’) prima dei fatti dello Stonewall Inn (1969), che avrebbero dato vita all’attivismo politico gay e alle prime eroiche lotte per l’emancipazione sociale della popolazione lgbt americana. Vale, forse, la pena ricordare che il F.U.O.R.I., il primo movimento omosessuale italiano, sarebbe nato di lì a poco, nel 1971.
Lo spettacolo ha, quindi, il valore di ricordare a molti “come eravamo” e a tutti gli altri quello di documentare la condizione di partenza della rivendicazione politica e sociale della comunità omosessuale agli albori dell’attivismo politico, stimolando una riflessione su quanto è cambiato in meglio e su come potrebbe cambiare in peggio abbassando la guardia.

Per ricevere tutte le informazioni sull’allestimento della commedia

All’uscita del film tratto dalla commedia di Crowley queste sono alcune delle recensioni che apparvero sulla stampa italiana:

Per qualunque informazione sul progetto contattateci con il form sottostante.

Dettagli